Foreclosed Recensione

Quando lo stile di XIII incontra le atmosfere Cyberpunk.

Foreclosed è il nuovo e bellissimo lavoro di Antab Studio.
In questo nuovo gioco, lo studio milanese, ci trasporta in un’avventura ambientata in un futuro
Cyberpunk. Pubblicato da Merge ed in uscita il 12 agosto 2021, per tutte le piattaforme, si tratta di uno sparatutto in terza persona con un peculiare stile cell shading. Si, proprio come i vecchi Auto Modellista e XIII!!! E…ci piace!!!

Foreclosed è il XIII che incontra l’universo Cyberpunk
In foreclosed dovremmo impersonare Evan Kapnos, che si vede la sua identità rubata preclusa e i suoi impianti messi all’asta, nonché gli viene revocato l’accesso alla blockchain della città. Insomma ridotto ad un “foreclosed” nel vero senso della parola. Evan si farà strada attraverso questo futuro
iperconnesso, cercando di riconquistarsi la propria identità – in realtà quasi più il suo essere proprio – cercando di scoprire chi c’è dietro a questa sua “preclusione”.
Tutto questo viene rappresentato graficamente attraverso la tecnica del cell shading, e farcito con inquadrature aeree ed in terza persona, ma che al contempo danno un taglio alla graphic novel a mio avviso mooolto piacevole.

Il protagonista in posa plastica.

BLAM BLAM, RATTTTATTTATTA
Il Gameplay è molto semplice ed intuitivo, e la mancanza di hud a schermo rende la schermata molto pulita, ma al contempo le informazioni molto facili da capire: se diventa “in bianco e nero” è meglio mettersi al riparo e studiare un’alternativa valida.
Principalmente sparatutto in terza persona, trova fasi di gioco in stile stealth (in alcuni momenti se non sarete più che silenti dovrete rifare il livello più e più volte) e fasi “rompicapo”; naturalmente il tutto intervallato cut scene interattive che si fondono perfettamente con lo stile narrativo a fumetti.
Se, state sussultando perché avete letto stile “a fumetti”, non preoccupatevi, perché il gioco ha il menù e i dialoghi scritti completamente in italiano, mentre l’audio è in lingua, ed è un bene così.
Durante gli scontri incontreremo tantissimi nemici, in alcuni casi la loro intelligenza è un po’ meh, ma in altri scontri ci daranno del filo da torcere. Non temete però, come un buon titolo che si rispetti e come tradizione cyberpunk insegna, troveremo diversi potenziamenti da includere nella nostra
fidata arma – unica nel gioco, ma personalizzabile ad hoc – ed ai nostri impianti, che daranno ad Evan potenziamenti incredibili simili a Deus Ex, un Dio in Terra.
E non temente, perchè i colpi di scena non mancheranno! Accompagnati da una colonna sonora di tutto rispetto dai suoni delle armi belli avvolgenti…
Tra l’atro in alcuni momenti mi è sembrato di sentire la voce del mainframe di GRIDD Retroenhanced…

Il taglio narrativo unisce la tecnica del cell shading a sequenze dal taglio fumettistico…

Il cyberpunk che mancava…
Volendo essere volutamente provocatorio, credo che Foreclosed sia il cyberpunk che mancava.
Rimasto personalmente “scottato”, da buon possessore di PS4 standard, dalla “concorrenza”, ho trovato in Foreclosed un’alternativa decisamente valida, che dimostra anche come un gioco, se pensato ed elaborato correttamente, con la giusta impronta grafica può far vivere un’esperienza bellissima in un universo degno di William Gibson.
L’impostazione grafica, in cell shading – ammetto che sono di parte – si riesce, a mio avviso, a dare una completezza all’arco narrativo in modo interessante, coinvolgendo, da una parte la mera grafica, e dall’altra, utilizzando più riquadri anche dinamici, una “visione d’insieme” che aiuta appunto la narrazione, il tutto mantenendo un equilibrio che rende il gioco dinamico.
Sicuramente questo è voluto in un gioco in questo stile peculiare, ma non darei il tutto per scontato, in quanto esistono giochi davvero complessi che credo risulterebbero migliori se declinati in questo modo.

In poche parole questo titolo, che personalmente ho atteso, ma con la giusta dose di hype, mi ha restituito emozioni e avventure degne di un gioco ambientato nel mondo dello Sprawl con la giusta dose di azione e cibernetica, senza andare a cercare la perfezione in angoli reconditi ma puntando su
un’avventura con la giusta dose di intrattenimento e colpi di scena.





Conclusioni

In conclusione, se amate la cell shading, se avete amato XIII e se vi piace l’universo Cyberpunk, dovete PER FORZA giocare a questo titolo. In più è un prodotto italiano! Unica pecca, se devo trovarla è la lunghezza del titolo, io avrei preferito qualcosina in più, soprattutto dopo il finale, o dopo i finali ?? No spoiler! 😉

tips
Da buoni frequentatori di Gamescollection, vi consiglio di tenere d’occhio amazon.uk e o il sito di https://signatureeditiongames.com/ signature edition, per accaparrarvi la copia fisica del gioco, come ogni buon collezionista che si rispetti.

Pregi

  • Ottima grafica cell shading
  • Giusto mix di stili di gioco

Difetti

  • IA nemica non eccellente
  • Longevità un pò risicata (speriamo escano nuove avventure)
8.5

Ottimo

Appassionato fin da piccolo di videogames, quando si innamorò di un clone di pong, non ha mai smesso di giocare! Unitosi recentemente alla crew di Gamescollection.it prova a scrivere qualche recensione!

Password Persa

Sign Up

Cliccando il banner, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi