Special

La Domenica Retro Di Isma92 (Update - 11/10/2016)

Pubblicato da Isma92 11/10/2016 - 17:52
Quest'oggi inauguriamo una nuova rubrica di Gamescollection.it! Visto che ogni Domenica mi dedico ai Retrogame, mi è venuto in mente di fare proprio una rubrica settimanale dove analizzo brevemente i titoli che gioco, descrivendo quindi le mie folli imprecazioni con i vari giochi retro Old School. Giochi dal classico Trial and Error (ma non sempre) che mi fanno sclerare e tirar giù tutti i santi. L'idea nasce grazie ad un amica che mi ha dato l'ispirazione.

Spero che l'idea sia gradita e che magari questo Special possa anche tornare utile per conoscere nuovi titoli.

Update - 11/10/2016 - Metal Slug Anthology (Maratona): Part 1
Update - 29/07/2015 - Shenmue: Part 3
Update - 20/07/2015 - Shenmue: Part 2
Update - 06/07/2015 - Shenmue: Part 1
Update - 15/06/2015 - Contra: The Hard Corps
Update - 22/05/2015 - Rayxanber II & III

Update - 12/05/2015 - Matendouji
Update - 05/05/2015 - Akumajou Dracula X: Chi No Rondo

Episode #09 - Metal Slug Anthology (Maratona): Part 1

11 Ottobre 2016

Non so bene da dove cominciare, siccome la pausa è stata piuttosto lunga. So anche che dovrei riprendere l'analisi di Shenmue, arma un po' a doppio taglio dato che mi ha fatto accantonare la rubrica per troppo tempo perché non son riuscito a dedicarmici più a dovere, tralasciando che avrei comunque potuto parlare di altri elementi e meccaniche del gioco anche senza giocarci (ma ormai è andata così).
Ordunque, cari lettori, riprendiamo quest'appuntamento che d'ora in avanti non sarà più a cadenza settimanale, ma bensì casuale (ovviamente dedicato sempre alla Domenica, altrimenti si vanificherebbe la rubrica stessa e di certo non con pause annuali) e ripartiamo da Metal Slug Anthology (collection contenente tutti i Metal Slug fino al sesto capitolo, ad esclusione del 7 uscito per Nintendo DS) che ho giocato insieme a mio cugino in co-op, in versione Wii (lanciare le bombe scuotendo il wiimote è forse scomodo, ma dannatamente divertente ad un certo punto).

http://www.gamescollection.it/uploads/special/medium/m_1476199993855832.jpg

Già da qualche tempo a questa parte, io e mio cugino stavamo pensando di dedicare una Domenica libera per fare una bella maratona di Metal Slug, mitica saga nata dalle brillanti menti della NAZCA Corporation, ancor prima che la società in questione venisse acquisita da parte di SNK (che son stati gli sviluppatori e producer di tutti i capitoli del brand successivi al primo).
Non si tratta chiaramente di titoli mai giocati sino ad oggi, anche perché io e mio cugino li abbiamo spolpati tutti e sei in tutte le salse da tempo immemore e ne siamo grandi fan entrambi da quando eravamo ancora dei marmocchi con le dita impiastricciate di Nutella... o altro (uhm... forse sarebbe meglio evitar doppi sensi in questo caso). Semplicemente abbiam voluto ripercorrere tutta la saga con questa maratona, anche se purtroppo l'abbiam dovuta interrompere con la conclusione del terzo capitolo, causa stanchezza, mal di testa dovuti ai continui suoni di spari ed esplosioni ed orario non più consono per giocare (sì, anche noi abbiamo una vita e del da fare il Lunedì, quindi vi accontentate di una maratona divisa in due parti). Devo dire che era da un bel po' che non facevo una partitella a qualsiasi Metal Slug, sia da solo che in compagnia, quindi c'è stata anche proprio la voglia di esibirsi in questa piccola impresa (piccola perché le vere imprese son comunque altre, magari con gettoni limitati e su un cabinato tanto per cominciare, parlando almeno del brand in questione).
Partendo quindi dal primo capitolo (eh certo, non potevamo mica partire dal 5...), son iniziate le bestemmie (anche se non così tante, siccome il primo capitolo ed anche il secondo non sono poi così proibitivi), ma soprattutto, il sano divertimento!

http://www.gamescollection.it/uploads/special/medium/m_1476200016538700.jpg

Non ricordavo un GAZ del primo Metal Slug, eppure man mano che giocavo riaffiorava di nuovo alla mente tutto, anche se ho fatto una delle mie gaffe ricordando ci fosse il livello ambientato in Cina... stage presente nel secondo capitolo, mentre nel primo c'è quello lì in Italia (ma sapete com'è, l'età avanza... ci si rimbambisce sempre più). Oppure vogliamo parlare del pelatone armato di mitra che ti crivella di colpi che ricordavo venisse mangiato dalla balena, ma anche questo appartiene sempre al 2 (ciononostante vorrei chiedere a SNK come sia possibile che il pelatone, mangiato in un sol boccone e di cui son state sputate solamente le ossa, sia vivo e vegeto, ma soprattutto in carne ed ossa nel terzo episodio... mandiamo una mail a SNK? Dai, facciamolo, ci risponderanno sicuramente).
Ma a parte per queste due particolari dimenticanze, il gioco è filato liscio e sia nel primo stage che in un altro son pure riuscito a portare i prigionieri liberati al traguardo, particolarità che permette di totalizzare una marea di punti (ed è una bella sfida, soprattutto nei capitoli seguenti dove la sfida incrementa ulteriormente in crescendo e negli ultimi tre si arriva a cose un tantino fin troppo esagerate e programmate quasi in modo da non poter essere superate senza crepare). L'High Score pure è stato mio ogni volta nei tre capitoli giocati (seppur ci sia cooperativa, un pizzico di odio e sfida tra giocatori ci sarà sempre se son presenti i punteggi che creano la competizione). E tra battute e bestemmie, il primo capitolo, ancora con una sorta di serietà (capirete tra poco di cosa parlo), viene portato a termine; con tanto di musichetta un po' troppo nauseante ad accompagnare i titoli di coda e quell'aeroplanino di carta che arriva sino all'ultima schermata; quella di fine.

http://www.gamescollection.it/uploads/special/medium/m_1476200035389009.jpg

Ed è così che ci cimentiamo ad iniziare subito Metal Slug 2, creando però subito un chiamiamolo dibattito: quale giocare? Il 2 o l'X? Ricordiamo ai lettori che la versione di Metal Slug X altri non è che Metal Slug 2 ambientato in orari differenti, con delle modifiche negli stage (tra cui anche le boss battle) e l'aggiunta di tutte le armi presenti poi nel terzo capitolo, ma soprattutto, il miglioramento del framerate, veramente instabile nell'originale. Tuttavia, noi decidiamo comunque di giocare il 2, il quale personalmente, nonostante il difetto dei rallentamenti continui, preferisco comunque al rifacimento. Mio cugino non obietta e nemmeno Phoenix Wright (un attimo...), quindi giochiamo all'originale.
Anche qui, ancora una volta, una mia gaffe: mentre nel primo capitolo non vi è un menù di selezione personaggi, poiché il primo giocatore impersona Marco ed il secondo Tarma, nel secondo i personaggi da 2 passano a 4 e vengono aggiunte le controparti femminili di Eri e Fio (vedete? Poi parlano di maschilismo nei videogiochi). Quindi viene appunto introdotto in Metal Slug 2 il menù di selezione personaggi ed io ero convintissimo che lo speaker dicesse i classici "MARCOOOH!!" e "TARMAA!!!" e dicevo (in napoletano) "Ecco, Davide, adesso li chiama con la voce" ed invece sentiamo un semplice "EEHI!"... questo errore, così come la convinzione che dal 2 cambiasse lo speaker delle armi, vien dal fatto che noi ai tempi giocavamo sempre all'X che appunto aveva tutte le cose del 3 (per quelle poche e tristissime persone che non sanno che in Metal Slug quando viene raccolta un'arma caratterizzata da una lettera in particolare: sappiate che una voce annuncia l'arma presa... ma chiudete coi videogiochi in questo caso). Col 2 le aggiunte non sono ovviamente solo queste, vi è infatti anche la possibilità di ingrassare ed è proprio nello stage in Cina (quello che pensavo fosse presente nel primo capitolo) che vi sarà questa feature con tanto di "OOH YEEAH" dello speaker e annesse battute da parte mia e di mio cugino, tra cui qualcosa tipo "Se gli cade l'elicottero addosso si spacca in due parti... l'elicottero, ovviamente!" od altre battutacce causate dalla forma di certi proiettili enormi di alcuni boss... dai, non fate i buonisti e perbenisti, ora.
Devo dire che il secondo episodio della saga riesce ad essere molto più divertente e anche meno serio e più demenziale rispetto al primo; scelta ben accetta, sia chiaro ed una piccola follia arriva allo stage finale quando una delle piccole navicelle spaziali degli UFO (sì, ricordiamo che nel 2 ci sono anche gli alieni, quindi già da questo la vena più "seriosa" del primo che comunque punta sull'umorismo, raggiunge la demenzialità) una volta distrutta, lascia cadere un maiale. L'espressione incredula di entrambi alla visione (perché non ricordavamo proprio questi particolari) era inevitabile, ma quante risate dopo. Ed il meglio deve ancora venire (no, non la canzone di Ligabue... qui si parla di cose serie!), ma vedrete nel 3!

http://www.gamescollection.it/uploads/special/medium/m_1476200052209206.jpg

Dunque, portato a termine anche il secondo capitolo, passiamo a Metal Slug 3, il preferito di mio cugino (il mio è appunto un'indecisione tra questo ed il primo). Ognuno di noi sceglie il suo inseparabile compagno (il mio l'italiano Marco, mio cugino, Tarma) e non a caso, infatti, inizia subito bene lui con i punteggi stando avanti sino al terzo o quarto stage (attimo di lapsus... la vecchiaia), finché non lo supero nuovamente ad un certo punto e quindi alla fine del gioco (seppur bisogna dire che nessuno dei due si sia realmente impegnato sui punteggi, ma purtroppo i prigionieri non siamo riusciti a portarli più fino alla fine di un qualsiasi stage da Metal Slug 2 in poi). Anche qui si comincia bene con la demenzialità, col primo stage che ci mette in confronto con bestiacce tipo granchi giganti, ma non solo. Escludendo l'X, questo qui è il capitolo dove appunto lo speaker esclama (per la mia felicità) "MARCOOOH!!" e dove ci sono tutte le armi aggiuntive ed altri nuovi ed entusiasmanti veicoli (o animali; tipo dal 2 c'è il cammello e nel 3 addirittura l'elefante). La novità fondamentale però di questo terzo capitolo sono i percorsi alternativi, i quali arricchiscono di non poco la rigiocabilità, per tutti i perfezionisti che ci tengono a voler vedere ogni cosa e sfaccettatura che il gioco tiene in serbo (o Montenegro... no ok, la devo smettere!!).
Detto ciò, qui la difficoltà comincia ad essere un pelino più esagerata del dovuto. Vero anche che noi abbiamo selezionato Hard dalle opzioni principali di Anthology, ma ciò non toglie che certe cose sono un bel po' folli e programmate in modo che quasi sempre si muoia in certe circostanze. Tuttavia, questo non ci demoralizza e ci diamo un gran da fare, facendo stragi in ogni dove, massacrando tutto e tutti, fino allo stage finale che, a differenza degli altri capitoli, sarà il quinto e non il sesto. Questo perché si tratta di un livello lunghissimo che vale almeno per tre (e dispone anche di una marea di boss battle). Ritorna quindi il pelatone dopo esser stato inghiottito e sputato in sole ossa dalla balena, nonché il generale, il boss finale del primo Metal Slug che si allea con noi nel finale del 2 e si presenta anche qui con la stessa identica Boss Battle del primo (con qualche differenza). Si scoprirà poi essere un impostore, ed il vero generale rapito; così sarà anche per il primo player al termine della prima parte del livello (e per non far rapire Marco in questo stage, cambio personaggio e mando Eri in avanti... sì, da vero gentleman). Partiremo quindi alla volta dello spazio e sarà qui che ci sarà una perla di rara bellezza! Ricordate il maiale che esce dalla navicella aliena distrutta nel 2? Ecco, succederà di nuovo questa cosa nello stesso identico modo, ma nello spazio. A quel punto non ce la facevamo più, si era raggiunto il picco massimo della demenzialità e dell'ignoranza, ma questo era anche il bello dei videogiochi, un tempo. Follie che oggi non sempre rivediamo a causa del fatto che i videogiochi si prendono troppo sul serio e cercano di emulare realismo ed impatto cinematografico, se non con qualche cosuccia nei Metal Gear Solid di Kojima (Snake ed i suoi scatoloni sanno ancora farci sognare).
Tocchi di genio a parte, lo stage finale è forse uno dei più belli dell'intera saga! Difficile, avvincente, pieno di sezioni varie ed appaganti con orde ed orde di nemici e boss battle che regalano un grande tasso di sfida. Lo score infatti schizza alle stelle e raggiungo ancora una volta io il punteggio massimo e noto che in questo capitolo è possibile totalizzare veramente milioni e milioni di punti ed una bella sfida hardcore da dedicarci non sarebbe cattiva come idea.

Terminiamo dunque anche Metal Slug 3 e con esso la serata, fatta di risate, mal di testa ed Heavy Machine Gun, ma non la maratona... la quale continuerà la prossima Domenica con i restanti tre capitoli!

Commenti