Recensione

Skies of Arcadia Legends

Pubblicato da Xandos 25/11/2008 - 16:10

Sono sempre stato affascinato dai pirati: questi mitici uomini che andavano contro la legge, assaltavano navi, solcavano mari sconosciuti e che erano liberi di essere loro stessi. Sin da piccolo, la mia passione verso di loro era dimostrata dai vari vestiti di carnevale che indossavo e dalle millemila scatole di lego ad essi dedicati che possedevo gelosamente. Maturando, i miei gusti sono cambiati, ma loro sono rimasti nel mio cuore. Ultimamente, sono riuscito ad accaparrarmi questo gioco da ebay e, dato che adoro anche i gdr, quale miglior modo di unire queste due passioni in una se non con un gioco lungo, complesso ed altamente appagante? Il giovane Vyse è un pirata dei cieli, ma un pirata buono. Infatti, i Blue Rogues assaltano solo le navi imperiali di Valua. Solo che, durante l'ennesimo arrembaggio, lui e la sua amica Aika liberano dalle grinfie nemiche una misteriosa ragazza che sembra essere coinvolta in qualcosa di veramente grosso. Ma Valua non è disposta a lasciarla andare tanto facilmente: l'imperatrice, infatti, farà di tutto pur di riaverla. Nonostante ciò, Vyse non si spaventa e deciderà di aiutare la sua nuova amica Fina nel suo lungo viaggio che li porterà nei quattro angoli del globo alla ricerca dei Moon Crystal, particolari pietre in grado di comandare i potentissimi Gigas: gigantesche creature dalla potenza inimmaginabile. In pieno periodo Dreamcast, la Sega (nel suo miglior periodo creativo, secondo il sottoscritto) sforna questo SOA: un gdr classico, ma con tante piccole innovazioni che lo rendono un Gioco con la G maiuscola degno di affrontare mostri sacri del calibro di FF e compagnia bella. Nel 2003, arriva una conversione sul cubo Nintendo a portare una ventata di aria fresca in una softeca piuttosto avida di gdr. Per chi non lo avesse mai visto ne sentito nominare, SOAL è un classico gdr a turni come tanti altri, ma con alcune piccole modifiche che lo rendono unico e accattivante. La più vistosa e immediata, è la grossa barra visibile durante gli scontri. Cosa sarà mai? E l'indicatore dei vostri Spirit Points che verranno usati per compiere particolari azioni. Volete usare magie oppure scatenare una tecnica speciale? Dovete usare SP, il resto è tutto uguale. L'unica cosa a cui dovete stare attenti è che gli SP sono comuni a tutti i personaggi. Se in altri gdr potevate usare magie e quant'altro considerando il solo personaggio, ora non potete più farlo: dovete cominciare a guardare gli scontri da un altro punto di vista, sicuramente più tattico, ma decisamente più stimolante. Vi ritroverete più volte a domandarvi "In questo turno cosa faccio? Allora, lui attacca, lei cura tutti con questa magia e lui...aspetta! Ma ho abbastanza SP? No, meglio far fare Focus a qualche personaggio (con questa azione, si recuperano un pò di SP. Altro modo per recuperarli è aspettare il turno dopo)". Non preoccupatevi, vi abituerete ben presto, come vi abituerete anche all'altra grande novità introdotta in SOAL: le battaglie navali. Ebbene si, i nostri pirati ingaggeranno furiose battaglie fra navi volanti sia contro Valua che contro i Black Pirates. Se i normali scontri sono diventati molto più tattici, le battaglie fra navi sono uguali a delle vere e proprie partite di scacchi. Ogni turno, avrete 4 mosse da fare che comprendono, oltre alle classiche difesa, focus e oggetti, anche l'utilizzo di vari tipi di armi: si va dai cannoni normali, a quelli a ripetizione (colpiscono per più turni), dai torpedo fino al cannone spara magie. Da non dimenticare, che anche le navi hanno le loro devastanti mosse speciali, in grado di ribaltare l'esito dello scontro in un solo turno. Anche qui, verrà utilizzata la barra degli SP. Il paragone con gli scacchi non è stato buttato a caso: quando affronterete queste sfide, dovrete davvero stare molto attenti ad ogni singola mossa (per farvi qualche esempio, le navi si muovono in continuazione e questo influisce enormemente sulla gittata delle vostre armi, così come anche il buio pesto). Sembra tutto complicatissimo, ma tutto sta nel provare almeno una volta! Altra grossa innovazione sta nelle armi che userete: ad ogni arma è possibile associare una pietra (verde, rossa, blu, porpora, gialla o argentata) che oltre a donare il fattore elementale sono fondamentali per l'apprendimento delle magie (imparerete solo quelle legate al colore della pietra). Capirete immediatamente che questo porta ad una selettività del vostro pool magico che andrà aumentando gradualmente col passare del tempo e col continuo cambio di pietre. Ma ora basta con i combattimenti e passiamo alla vostra carriera da pirata. Durante la vostra avventura, Vyse diverrà sempre più famoso grazie alle sue gesta e alle sue decisioni. Nei numerosi dialoghi, infatti, avrete modo di fare delle scelte che andranno ad incidere sul vostro "rango pirata": ogni volta che risponderete correttamente, sentirete un suono caratteristico che sta ad indicare che avete risposto da vero pirata e che il vostro rango è in aumento. Oltre a questo, potrete darvi anche alla caccia di reperti antichi oppure di pericolosi criminali. Le gilde sparse per tutte le città, infatti, vi daranno informazioni utili per cercare i ruderi del mondo antico sparsi per tutta la mappa di gioco. Una volta trovati, vendete le informazioni alla gilda per fare qualche soldo, che non fa mai male. Sempre quest'ultime, vi ricompenseranno in caso di cattura di criminali vari che vi coinvolgeranno in sfide dannatamente impegnative (aspettatevi di riaffrontarli più e più volte). Per finire, con l'avanzare del gioco, riceverete una meravigliosa nave con cui solcare i cieli...ma cos'è una nave senza ciurma? Sparsi per il globo, ci sono sono tanti uomini pronti a seguire il loro capitano e pronti a rendersi utili come equipaggio: cannonieri, cuochi, marinai, vedette, ballerini, timonieri...Oltre a gestire la nave, essi miglioreranno i vosti scontri navali (dandovi vari bonus) e le vostra base (costruiranno case, gestiranno negozi e tanto ancora). Ricordatevi che la nave è come un vero personaggio: va potenziata con nuove armi e migliorata con oggetti speciali altrimenti, avrete grossi problemi in seguito! SOAL è ricchissimo di contenuti, ma rimane pur sempre una conversione. La grafica è un tantino datata, ma si difende ancora bene (certo, l'avessero migliorata con la grafica del gamecube sarebbe stato tutt'altro discorso): colori molto vivaci dipingono un mondo fantastico pieno di isole molto differenti fra loro (l'isola dei primitivi, quella nel deserto, quella orientale e tante, tante altre). Ottimo il design dei personaggi, molto curati, fantasiosi e con trovate assurde (l'arma di Fina è un essere vivente davvero curioso chiamato Cupil che va potenziato nutrendolo con certi oggetti che gli faranno cambiare forma: da spada, a lancia, da mazza a cuneo ecc). Il sonoro è curato e epico al punto giusto (azzeccati gli effetti sonori delle battaglie navali) con qualche traccia di doppiaggio qua e la. Ottimi controlli che ben sfruttano il pad del cubetto. La longevità si attesta su alti livelli, grazie ad un'avventura principale che supera le 50 ore e tante sub-quest che vi terranno occupati per molto tempo (90 e passa scoperte da fare, ciurma da trovare, ricercati da catturare e il rango "Vyse the legend" da raggiungere vi terranno incollati al pad quanto basta).

Conclusioni

SOA era un gran gioco già sul Dreamcast. Sul cubo le aggiunte non sono molte (sono state integrate alcune sub-quest scaricabili dalla rete), ma la più grande aggiunta è proprio il gioco stesso. Se come me, ve lo siete perso alla sua uscita originale, recuperatelo ora. Non ve ne pentirete, parola di pirata!

------------------------------------------------

Trova SKIES OF ARCADIA su EBAY


Commenti

Xandos

25/11/2008 17:06

No, non è stato tradotto. E' in inglese. Caro Alex, come ti capisco! Anche io ho diversi giochi in sospeso...Il tempo non basta mai!

Fedeweb

25/11/2008 15:30

Alex, hai già troppi giochi da giocare!

AntonyDS

25/11/2008 14:28

Ma è in italiano??

Xandos

25/11/2008 14:22

Io non c'ho speso più di 40 E per la versione cubo pal. Male che va, c'è sempre quella Dreamcast...

Alex2

25/11/2008 09:48

Lo sapevo che avrei dovuto prenderlo questo gioco.. l'ho perso maledizione.. xD