Recensione

Steampunk Adventure

Pubblicato da biomassa 20/09/2015 - 00:02

Gioco indie. Produzione italiana. Ambiente Steampunk. La curiosità nei confronti di qualcosa, si manifesta quando sono presenti vari elementi che stuzzicano l'attenzione e, nel caso di Steampunk Adventure, questi tre fattori sono una miscela irresistibile. Il fatto che se ne sia parlato poco sui media non è strano, trattasi di una coraggiosa e poco conosciuta produzione nostrana, nata da tanta passione e voglia di realizzare un gioco divertente da parte di un piccolo team che risponde al nome di GameADES, ovvero Alessandro Schillaci (programmazione), Daniele Sforzin (modellazione 3D) ed Enrico Simonato (character and mecha designer). Steampunk adventure è quello che si può definire un arcade, il che vuol dire che non dovete impazzire o far fumare troppo la matera grigia per divertirvi; premuto il tasto play siete già dentro il gioco. Certo, non stiamo parlando di qualcosa ultra immediato come Flappy Bird o similari, Steampunk Adventure ha una trama, un meccanismo di gioco più complicato, uno scopo più profondo del solo accumulare punti, ma nulla di così ostico; perfino un uomo con due neuroni e poco tempo a disposizione come me può goderne senza problemi. Parlando del gioco vero e proprio, Steampunk Adventure, vi porta in un mondo fantastico, dove il tempo si è fermato nell'ottocento vittoriano e tutto si è evoluto orizzontalmente sulla base di ciò che era considerato il top della tecnologia dell'epoca: le macchine a vapore. Il gameplay è semplice: siete in un labirinto e dovete uscirne prima che scada il tempo. Tutto qui? No, ovviamente, sono stati inseriti dei nemici che sbarreranno la strada all'eroe. La scelta sarà di eliminarli o evitarli ma, dato che il tempo è tiranno e riempirli di piombo fa perdere secondi prezioni, la seconda scelta è spesso preferibile. Non mancano i classici guardiani di fine livello; grossi, difficili da abbattere, ben difesi e richiedono normalmente una buona dose di pallottole e armi più potenti, che sarà possibile ottenere mediante monete virtuali, recuperate in precedenza esporando i vari labirinti. Dal punto di vista tecnico Steampunk Adventure è stato realizzato con Unity Engine e il risultato è notevole; il gioco è veloce e fluido, con una grafica accattivante e simpatica. Il sonoro è limitato all'essenziale, forse un po' ripetitivo, ma comunque inserito bene nel contesto. Qualche pecca la si può riscontare nel sistema di controllo, decisamente da rifinire e manca il supporto per controller aggiuntivi come joypad o altro. Questo penalizza un po' il gameplay ma, essendo la prima produzione di GameADES, si può chiudere un occhio.

Conclusioni

Steampunk Adventure è attualmemente solo una preview, l'unica versione dispobile per Android è segnata come “Lite”, facendo intendere che l'intenzione degli sviluppatori è di rilasciarne una più completa e ampliata, anche per altre piattaforme. Inoltre non è stata inserita pubblicità a tradimento e non richiede permessi particolari sui device, cosa che fa capire quanto sia stata grande la passione e l'investimento che ha portato alla nascita di questo titolo. Qualcuno potrebbe anche definirli dei pazzi. Ma è proprio di questi pazzi che, l'Italia degli sviluppatori e delle produzioni videoludiche, ha bisogno.


Commenti