Eventi

Games Week (Milano, 25-27 ottobre 2013)

Pubblicato da kalunaat 20/11/2013 - 08:36

Dopo le due fortunatissime edizioni del 2011 e del 2012, ecco ripetersi anche per quest'anno la tre giorni meneghina dedicata ai videogiochi, con stand da parte dei più importanti produttori hardware e software più altre iniziative più o meno legate al mondo videoludico. Un'edizione, quella di quest'anno, sulla carta succulenta, in virtù della novità rappresentata dai nuovi sistemi d'intrattenimento PS4 e Xbox One, la cui uscita è ormai prossima...

La Games Week 2013 cerca di dare risposte a tante domande: chi si affermerà tra Sony e Microsoft nell'ormai imminente console war? PS3 e Xbox 360 avranno ancora qualcosa da dire? E Nintendo? Resterà a guardare senza opporre la benché minima resistenza? E che dire di Activision e EA? I nuovi capitoli dei loro più importanti blockbuster (Call of Duty Ghosts e Battlefield 4) saranno semplici minestre riscaldate o sapranno garantire un po' di originalità?

Continuate a leggere e, forse, avrete le risposte che cercate...

Gli Stand (1): Nintendo, Sony, Microsoft


Decido di dare la priorità ai principali produttori hardware, ossia Nintendo, Sony e Microsoft; vediamo nei dettagli le meraviglie offerte da queste tre compagnie:

NINTENDO:

Nintendo non ci sta. La grande N, nonostante le poco entusiasmanti vendite di Wii U, non vuole assolutamente recitare il ruolo di vittima designata; per combattere la concorrenza di Sony e Microsoft la casa giapponese usa quella che è, da sempre, la sua arma migliore, i giochi. In uno degli stand più imponenti di tutta la rassegna la casa di Mario e Zelda dà in pasto a gamers di ogni età versioni giocabili di giochi già usciti (The Legend of Zelda: Wind Waker HD, New Super Mario Bros. U, New Super Luigi U, Pikmin 3) e di titoli di prossima uscita (Wii Party U, Super Mario 3D World, Mario Kart 8, Donkey Kong Country: Tropical Freeze, Wii Fit U). Una delle critiche mosse a Wii U, ossia la mancanza di supporto da parte delle third parties, tenta di essere contraddetta da titoli prodotti soprattutto da Sega, presente allo stand Nintendo con demo per la home console nipponica di Bayonetta 2, Sonic Lost World (gioco questo già sugli scaffali) e Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014. Riesco a provare un po' tutto e devo ammettere che il multiplayer di Mario Kart 8, del nuovo titolo di Mario e di Wii Party U è divertimento allo stato puro, con un uso, soprattutto nell'ultimo caso, finalmente originale del pad per Wii U. Convincenti anche i titoli Sega, frenetici sulla falsariga di quanto ci si poteva aspettare...

Non di solo Wii U vive però la casa di Kyoto; oltre a rilanciare la propria console casalinga, la Games Week rappresenta l'occasione per incrementare il prestigio e la leadership di 3DS, sistema portatile che non conosce rivali grazie non tanto all'effetto 3D (ricordiamo che è il primo dispositivo al mondo a poter visualizzare immagini in 3D senza l'ausilio di speciali occhialini) bensì alle funzionalità StreetPass e SpotPass. Queste specifiche hanno permesso a questa console portatile di stravolgere il concetto di "social" tra i giocatori, tanto da spingere Nintendo ad organizzare, in diverse parti d'Italia e a cadenza costante, eventi chiamati StreetPass Meeting, in cui incontrarsi con tanto di console al sèguito per conoscersi di persona, scambiarsi dati, carte di gioco e partecipare a tornei. La line-up per 3DS è costituita non solo da brand usciti da qualche tempo come Pokémon X, Pokémon Y (gioco a questo titolo per un po', non sono mai stato un patito dei mostriciattoli tascabili ma il gioco m'intrippa parecchio, senza contare l'autostima ad ogni scontro vinto), Luigi's Mansion 2, Mario Kart 7, Inazuma Eleven 3: Fuoco esplosivo, Inazuma Eleven 3: Lampo folgorante e Animal Crossing: New Leaf, ma anche da titoli dal forte richiamo come The Legend of Zelda: a Link between Worlds, Mario Party: Island Tour e Il Professor Layton e l'Eredità degli Aslant. Le demo si dimostrano convincenti, ma a sorprendere sono anche l'RPG Bravely Default e il nuovo episodio di Scribblenaut, mentre la versione tascabile di Sonic Lost World appare veloce come la controparte per Wii U...

Presente inoltre un'area per gli incontri StreetPass con locandine su alcuni dei titoli in uscita per 3DS e ed immagini di 2DS, "downgrade" di 3DS senza l'effetto 3D ma perfettamente compatibile con i giochi 3DS e DS; le varie iniziative che fanno da corollario al padiglione Nintendo (balli, lanci di oggetti, ospiti vari) completano il quadro di uno degli stand più frizzanti e adrenalinici...

SONY:

Sulla carta, Sony ha tutti i numeri per ritornare a dominare il mercato dei videogiochi come ai tempi di PS1 e PS2. PS4, dopo aver convinto, almeno inizialmente, critica e pubblico con una campagna marketing aggressiva e giocando su esclusive al lancio, un prezzo più contenuto ed alcune caratteristiche tecniche più performanti rispetto a Xbox One, è qui presente con quattro titoli giocabili quali Assassin's Creed IV: Black Flag, Knack, Killzone: Shadow Fall e Drive Club. Grazie al mio pass stampa riesco ad entrare evitando una fila interminabile, purtroppo però, una volta entrati nell'area allestita per PS4, era possibile provare solo uno dei giochi presenti entro un tempo di non più di dieci minuti, salvo poi sloggiare. Mi capita così di giocare a Knack, un platform molto colorato in cui il protagonista, assimilando materiali come il legno, può diventare sempre più forte e sferrare attacchi via via sempre più letali; nel complesso simpatico, ma nulla di sconvolgente. Ben più ricco il parco giochi presente per PS3, che, nonostante si stia avviando al termine del proprio ciclo vitale, ha saputo sfornare proprio in questi ultimi mesi autentici successi come Beyond: 2 Anime, PES 2014, Rain, The Last of Us, Ratchet & Clank: Nexus, Invizimals: il Regno perduto, Batman: Arkham Origins, WRC 4 e Assassin's Creed IV: Black Flag. A sorprendermi è soprattutto Rain, che per idea di malinconia e caratterizzazione dei personaggi mi ha fatto tornare in mente in più frangenti ICO; intrigante anche The Last of Us, anche se, per quel poco che ho potuto sperimentare, la giocabilità non sembrava discostarsi molto da Uncharted (non che questo sia un male, intendiamoci). Da segnalare infine, sempre per PS3, i tanti cabinati per provare GT6......

La grande S non si dimentica comunque né di PS Vita né della periferica Move: per la console portatile sono giocabili prodotti come Tearaway (platform in cui si comanda un messaggero alquanto bizzarro), Flower, Batman: Arkham Origins, Invizimals: l'Alleanza e Epic Mickey 2, mentre per Move era accessibile Wonderbook: il Libro delle pozioni, titolo dedicato ai più piccoli che cerca di bissare il buon riscontro avuto da Wonderbook: il Libro degli Incantesimi uscito lo scorso anno...

Sony non riesce ad entusiasmarmi al meglio; la gestione dello spazio per PS4 e i pochi titoli provabili non fanno scoccare in me chissà quale scintilla. Tante cose da vedere ma solo per altri sistemi, e non è che la situazione migliori di tanto con esibizioni coreografiche e domande sulla storia di Playstation con tanto di premi. Insomma, qualcosa di rivedere per me ancora c'è...

MICROSOFT:

Con Xbox e Xbox 360 Microsoft si è guadagnata importanti fette di mercato, anche se non è mai riuscita ad accaparrarsi il controllo del settore videoludico. Potrà Xbox One sancire il trionfo della casa di Redmond? Sin dalle sue prime uscite, Xbox One non viene vista al meglio, vuoi per specifiche apparentemente inferiori all'avversario proposto da Sony, vuoi per questioni legate ad un prezzo più elevato, vuoi per un aspetto da "mattone", vuoi ancora per polemiche legate ad una costante connessione ad internet e sulla questione dell'utilizzo dei titoli di seconda mano o da voler prestare ad amici...

Dopo essere tornata sui propri passi in considerazione delle tante critiche ricevute, la Games Week diventa uno dei banchi di prova per questo nuovo sistema. Non ci si dimentica del tutto di Xbox 360, tanto che per questa console si può provare World of Tanks, ma gli sforzi di Microsoft sono tutti incentrati, come prevedibile, su Xbox One. Con le uniche eccezioni di Fifa 14 e di Forza Motorsport 5 (i cui cabinati sono affiancati da un'Audi di colore grigio metallizzato), tutti gli altri titoli per la nuova console della casa fondata da Bill Gates sono giocabili in salette interne. Sulla prima l'idea di suddividere i giochi in più stanze mi lascia perplesso, ma con il senno di poi giudico la scelta indovinata, visto che le file non sono mai così lunghe come in altri stand. Gli steward e le hostess di Microsoft sono gentilissimi e mi fanno entrare senza problemi per testare il nuovo Killer Instinct (mi cimento in un uno contro uno riuscendo a vincere), lo Smartglass (tecnologia per connettere tra loro più dispositivi come smartphone, TV, console e tablet, all'insegna di un'interattività sul quale la casa americana punta moltissimo) e un gioco in cui si fa del sano free climbing con l'utilizzo di Kinect...

Grazie ad uno steward vengo a sapere di un'area riservata in cui la stampa può sperimentare con molta più tranquillità - nonché mangiando e bevendo a sbafo - tre titoli quali Ryse: Son of Rome, Dead Rising 3 ed il già citato Forza Motorsport 5. Ryse: Son of Rome mi piace ma non lo vedo così diverso da un God of War, Dead Rising 3 non sembra aggiungere nulla di nuovo se paragonato ai capitoli precedenti ma è comunque apprezzabile, Forza Motorsport 5 non sembra godere di una realizzazione tecnica poi così superiore rispetto a quella che si vedrebbe su Xbox 360...

Anche per Microsoft, che ha tuttavia strutturato molto bene il proprio padiglione, qualcosa da sistemare c'è. Non stupirebbe ad ogni modo se i primi titoli per le nuove macchine non fossero da sùbito impressionanti, sappiamo che occorre sempre un po' di tempo prima che gli sviluppatori comprendano al meglio l'hardware sul quale operare...








Commenti